18 Luglio

Privacy: pubblicate le Linee guida in materia di videosorveglianza (EDPB – Guidelines 3/2019 on processing of personal data through video devices)

Con le linee guida 3/2019 (“Linee Guida”) lo European Data Protection Board (“EDPB”) ha fornito importanti indicazioni su come interpretare e applicare le disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 (“GDPR”) in relazione al trattamento di dati personali mediante l’utilizzo di video devices.

21 Giugno

Privacy: approvato il Codice di Condotta per i trattamenti svolti nell’ambito delle attività di informazione commerciale (Deliberazione del 12 giugno 2019, n. 127)

Il Garante ha approvato il Codice di Condotta elaborato dall’ANCIC, ai sensi dell’art. 40 del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), per i trattamenti di dati personali effettuati nello svolgimento di servizi di informazione commerciale. Il Codice individua le misure e le best practices che le imprese del settore dovranno attuare per conformarsi alle disposizioni del GDPR e per garantire, nell’ottica del principio di accountability, una maggiore trasparenza nei rapporti commerciali a tutela degli interessati.

21 Giugno

La Stazione Appaltante deve valutare le risoluzioni contrattuali anche se sub judice (CGUE, Sez. IV, sentenza 19 giugno 2019, C‑41/18).

Con sentenza del 19 giugno 2019, la Corte di Giustizia ha dichiarato la non compatibilità con il diritto dell’Unione ed in particolare con l’art. 57, par. 4, lettere c) e g), della direttiva 2014/24/UE dell’art. 80, comma 5, lett. c) del D.Lgs. n. 50/2016 nella parte in cui preclude alla Stazione Appaltante di valutare le risoluzioni contrattuali sub judice pronunciate nei confronti di un operatore economico.

5 Giugno

Dati non personali: la Commissione Europea ha emanato il documento “Guidance on the Regulation on a framework for the free flow of non-personal data in the European Union” (Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo e al Consiglio del 29 maggio 2019, COM (2019) 250 final).

Con il documento in epigrafe, la Commissione Europea ha fornito alcuni chiarimenti e suggerimenti interpretativi sull’interazione tra il Regolamento (UE) 2018/1807 del Parlamento europeo e del Consiglio, relativo a un quadro applicabile alla libera circolazione dei dati non personali nell’UE, applicabile a decorrere dal 28 maggio scorso, e il Regolamento (UE) 2016/679 sulla protezione dei dati personali (GDPR) (di seguito le “Linee Guida”).

4 Giugno

Rito cd. “super-accelerato”: la pronuncia del Giudice nazionale a seguito dell’ordinanza della Corte di Giustizia (TAR Piemonte, Torino, Sez. I, 29 maggio 2019, n. 621).

Con la sentenza n. 621 del 29 maggio 2019 il TAR Piemonte si è pronunciato sulla ammissibilità del ricorso avverso il provvedimento di ammissione del RTI aggiudicatario oltre il termine di 30 giorni previsto a pena di decadenza dall’art. 120, comma 2-bis c.p.a., facendo applicazione dei principi espressi dalla Corte di Giustizia nell’ordinanza depositata il 14 febbraio 2019, nella causa C-54/18.

29 Maggio

Appalti pubblici: la giurisdizione sui provvedimenti di applicazione delle penali anche in caso di affidamento provvisorio del servizio spetta al giudice ordinario.

Con ordinanza n. 13660 del 21 maggio 2019 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno dichiarato la giurisdizione del giudice ordinario in relazione ad una causa avente ad oggetto l’annullamento di provvedimenti di applicazione di penali, previste nel capitolato speciale di appalto per l’esecuzione inadempiente degli obblighi in esso contenuti, emanati da un comune siciliano nei confronti della società affidataria provvisoria del servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti solidi urbani del citato comune.

22 Maggio

Appalti pubblici: l’Adunanza Plenaria sull’obbligo di ricorrere al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa nel caso di servizi ad alta intensità di manodopera ma con caratteristiche standardizzate (Cons. Stato, Adunanza Plenaria, sentenza 21 maggio 2019, n. 8).

Con sentenza n. 8 pubblicata il 21 maggio 2019, l’Adunanza Plenaria ha individuato il criterio di selezione delle offerte da applicare agli appalti pubblici di servizi ad alta intensità di manodopera che  abbiano al contempo caratteristiche standardizzate, quale il servizio di vigilanza antincendio oggetto del giudizio.

3 Maggio

Appalti pubblici: la CGUE sulla mancata indicazione dei costi della manodopera nell’offerta economica e sulla applicabilità del soccorso istruttorio (CGUE, sentenza 2 maggio 2019, C-309-2018).

Con sentenza pubblicata il 2 maggio 2019, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (anche solo, “CGUE”) si è pronunciata sulla questione relativa alle conseguenze derivanti dalla mancata indicazione separata nell’offerta economica dei costi della manodopera e sulla sanabilità o meno di tale omissione mediante soccorso istruttorio.

24 Aprile

Le principali modifiche al codice dei contratti pubblici introdotte con il c.d. Decreto “Sblocca cantieri” (Decreto Legge 18 aprile 2019, n. 32).

Il Decreto Legge 18 aprile 2019, n. 32 (c.d. “Sblocca cantieri”) recante “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici” (Decreto) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 18.4.2019 ed è entrato in vigore il 19.4.2019.