Ott 3

Privacy: per la CGUE il consenso all’installazione di cookie deve consistere in un comportamento attivo dell’utente (CGUE, Grande Sezione, Sent. 1 ottobre 2019, C-673/17)

Con la sentenza in epigrafe, la Grande Sezione della CGUE ha ritenuto che il consenso dell’utente di un sito Internet all’installazione di cookie per l’archiviazione di informazioni, o l’accesso a informazioni già archiviate, sul suo terminale non è validamente espresso quando l’utente ha dovuto deselezionare una casella già pre-selezionata.

La domanda di pronuncia pregiudiziale era stata sollevata nell’ambito di una controversia tra la federazione tedesca delle organizzazioni di consumatori e una società che propone giochi a premio online con riferimento al consenso richiesto da quest’ultima agli utenti per l’installazione dei cookie e il trasferimento dei dati raccolti tramite gli stessi a propri sponsor e partner commerciali.

Recependo quanto già evidenziato nelle conclusioni dell’Avvocato Generale Spuznar, la Corte ha sottolineato che solo un comportamento attivo può integrare il requisito della “manifestazione di volontà” dell’interessato ai fini della valida espressione del consenso. In tal senso andrebbero interpretati tanto l’art. 2, lett. f), quanto l’art. 5, par. 3, della Direttiva 2002/58 sul trattamento dei dati personali e la tutela della vita privata nelle comunicazioni elettroniche; concetto peraltro espressamente riaffermato nel Considerando 32 del Regolamento (UE) 2016/679, il quale esclude che il silenzio, l’inattività o la preselezione di caselle possano configurare il consenso dell’interessato.

Secondo la Corte, infatti, sarebbe oggettivamente impossibile stabilire se l’utente, deselezionando una casella già precompilata dal fornitore del servizio, abbia effettivamente manifestato il proprio consenso al trattamento dei suoi dati personali e letto l’informativa, in quanto potrebbe non aver proprio visualizzato la casella prima di proseguire con la navigazione sul sito Internet[1].

Tali considerazioni valgono a prescindere dal fatto che le “informazioni” archiviate o consultate nell’apparecchiatura terminale dell’utente tramite i cookie contengano dati personali, in quanto l’art. 5, par. 3, della Direttiva sulle comunicazioni elettroniche è volta ad evitare qualsiasi ingerenza nella vita privata dell’utente e il consenso all’archiviazione e all’accesso alle informazioni deve assumere lo stesso significato del consenso della persona interessata come definito dalle norme in materia di privacy.

La Corte precisa altresì che il consenso dell’utente dev’essere specifico e non può essere desunto implicitamente da una manifestazione di volontà avente un oggetto diverso. Su tali basi, ha escluso che l’attivazione di un pulsante per la partecipazione ad un gioco online possa valere anche come consenso dell’utente all’installazione dei cookie.

La CGUE, nell’ottica del principio della trasparenza delle informazioni che il titolare del trattamento deve fornire all’interessato, ha altresì affermato che il fornitore di servizi è tenuto ad indicare preventivamente l’utente circa il periodo di attività dei cookie della possibilità o meno per i terzi di avervi accesso conformemente alle disposizioni derivanti dalla Direttiva 2002/58/CE e dall’art. 13 del Regolamento.

[1] Tali considerazioni sembrano peraltro mettere in discussione le indicazioni del Garante Privacy che, con riferimento alle modalità di acquisizione del consenso all’installazione dei cookie, ha ritenuto che le soluzioni basate su “scroll di una pagina web siano in linea con i requisiti di legge, qualora chiaramente indicate nell’informativa e nella misura in cui siano in grado di generare un evento, registrabile e documentabile presso il server e qualificabile come azione positiva dell’utente (cfr. Provvedimento del Garante sull’individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie – 8 maggio 2014 [doc web: 3118884] e “Chiarimenti in merito all’attuazione della normativa in materia di cookie”).

C-673_17_consenso cookies