Gen 14

ANAC: l’Autorità propone al Parlamento e al Governo la modifica dell’art. 77 del D. Lgs. n. 50/2016 recante la disciplina dell’Albo nazionale dei componenti delle commissioni giudicatrici (Atto di segnalazione n. 1 del 9 gennaio 2019).

Con atto di segnalazione n. 1 del 9 gennaio 2019, il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (“ANAC”), ha segnalato al Parlamento e al Governo l’opportunità di apportare urgenti modifiche alla disciplina in tema di nomina delle commissioni giudicatrici di cui agli artt. 77 e 78 del D. Lgs. n. 50/2016.

Ad avviso dell’Autorità, tale modifiche sono rese necessarie dalla mancata o insufficiente iscrizione nelle sottosezioni dell’Albo dei commissari da parte dei professionisti interessati. Tale circostanza rende di fatto non attuabile la modalità di nomina dei componenti del seggio di gara prevista dalle norme sopra richiamate, tanto da rendere opportuno il differimento del termine per la piena attuazione dell’Albo alla data del 15 aprile 2019 (cfr. Comunicato del Presidente del 9 gennaio 2019).
Pertanto, il Consiglio suggerisce la modifica dell’art. 77 del D. Lgs. n. 50/2016, mediante l’inserimento del comma 3-bis dal seguente tenore “In caso di indisponibilità o di disponibilità insufficiente di esperti iscritti nella sezione ordinaria dell’Albo ai fini della compilazione della lista di cui al comma 3, la commissione è nominata, anche solo parzialmente, dall’organo della stazione appaltante competente ad effettuare la scelta del soggetto affidatario del contratto, secondo regole di competenza e trasparenza preventivamente individuate da ciascuna stazione appaltante.

Segnalazione_ANAC_1_2019