Anticorruzione: il commissariamento e l’accantonamento degli utili ex art. 32 D.L. 90/2014 si estendono al contratto pubblico nella sua interezza anche se disposti solo nei confronti del consorzio contraente e non dei consorziati (Cons. Stato, III, 27.11.2017, n. 5563).

Anticorruzione: il commissariamento e l’accantonamento degli utili ex art. 32 D.L. 90/2014 si estendono al contratto pubblico nella sua interezza anche se disposti solo nei confronti del consorzio contraente e non dei consorziati (Cons. Stato, III, 27.11.2017, n. 5563).

Il Consiglio di Stato, riformando una pronuncia di segno contrario del TAR Lazio, ha ritenuto che, nel caso in cui ai sensi dell’art. 32 del D.L. 90/2014 sia disposta dal Prefetto su proposta del Presidente dell’ANAC nei confronti di un consorzio (nel caso il Consorzio Venezia Nuova) la misura della straordinaria e temporanea gestione dell’impresa limitatamente alla completa esecuzione del contratto di appalto ovvero dell’accordo contrattuale o della concessione, essa ha per oggetto il contratto pubblico nella sua interezza a prescindere dal coinvolgimento delle imprese consorziate in concreto esecutrici dello stesso.
 Ciò in quanto la ratio della norma è ricondotta dai giudici esclusivamente alla possibilità di completare l’opera nell’esclusivo interesse dell’amministrazione concedente mediante la gestione del contratto in regime di “legalità controllata”.
L’assenza di un rapporto contrattuale diretto fra la PA e le imprese consorziate da un lato impedisce la diretta applicazione a queste delle misure straordinaria ma per altro verso rende irrilevanti i rapporti di stampo privatistico in base ai quali il consorzio ripartisce i lavori fra le consorziate.
Pertanto l’accantonamento coinvolge gli utili nella loro totalità, ponendo la legge una regola cautelare in se autosufficiente e volta a garantire, in corso di commissariamento, che tutti i ricavi maturati che derivano dal contratto amministrato siano impiegati esclusivamente a copertura dei costi, così da impedire che in virtù del commissariamento possano essere percepiti utili in ipotesi frutto di attività criminosa.
CDS_2017n5563_ANAC_MinInt_CVN_estensione commissariamento

CONDIVIDI